da Diario di Resilienza: Hope Running

In questo insieme di storie, di come si vive la pandemia dovuta al covid-19 c’è anche il nostro diario, il diario di Resilienza della Hope Running

Noi siamo una ASD che si occupa di Sport Integrato con persone con disabilità

Siamo nati per vedere le persone fragili sorridere, per regalare sogni, gambe e polmoni a chi non può più correre.

La pandemia e il rischio del contagio ha sospeso ogni attività che facevamo con i nostri ragazzi. Eppure la Hope non è rimasta solo a casa a rispettare le regole, non ha cambiato la sua mission, l’ha estesa, perché tutti ci siamo scoperti ”fragili” in questa pandemia.

Noi della Hope non potevamo sottrarci a questa ”Fragilità” estesa a tutta la comunità locale e del popolo che soffre.

Abbiamo usato le nostre gambe un po di meno, i neuroni un po di più, il cuore è sempre lo stesso, batte per stare insieme tutti.

La Hope Running ha fatto rete per andare incontro a ogni tipo di ”Fragilità”: ogni giorno ha donato tempo, famiglia , energie, ognuno con i doni che ha. Abbiamo moltiplicato gli sforzi, ci siamo adattati a nuove esigenze, non solo ludiche ma anche sociali.

La solidarietà è creativa ed è messa a servizio degli altri, abbiamo messo in campo tutte le nostre potenzialità.
I nostri ragazzi ci hanno insegnato a stare sempre più vicini a coloro che sono fragili, il loro sorriso, il loro partecipare ci ha insegnato cosa significa essere resilienti e il valore dei piccoli gesti, che sembrano scontati per chi riesce a farlo con naturalezza, ma non sono per nulla scontati

Essere volontari vuole dire proprio imparare da chi ha più difficoltà a guardare dentro di noi

La Hope Running si è adattata a questa nuova esigenza. Un piccolo virus ci ha reso tutti uguali, tutti insieme abbiamo capito che da soli non si vince questa grande sfida.

Il nostro motto adesso più che mai ”Insieme si vince sempre” , Hope Hope Urrà!

Maddalena

Maddalena team Hope
Commenti

Rispondi