COMUNICATO STAMPA

PER PARTECIPARE AL 3° TRAIL DELLE COLLINE SARÀ RICHIESTA LA CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19

In ottemperanza alle disposizioni previste dalla normativa vigente il Comitato Organizzatore ha preso una decisione ufficiale in merito

Il Comitato Organizzatore del Trail delle Colline, visti i nuovi protocolli in vigore dal mese di settembre, comunica ufficialmente che per prendere parte all’appuntamento di domenica 10 ottobre 2021 sarà obbligatorio avere il Green Pass.

In ottemperanza alle disposizioni previste dalla normativa vigente si comunica che per partecipare alla manifestazione sarà richiesta la certificazione verde Covid-19 (comunemente chiamata Green Pass) che attesti una delle seguenti condizioni:

– aver fatto la vaccinazione anti Covid-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale)

– essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore

– essere guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi

Ciò comporta uno sforzo non da poco per chi organizza, dovendosi adeguare in tempi brevi ad un “piano organizzativo, sanitario, di sicurezza e di un regolamento di gara che siano coerenti con la normativa generale vigente al momento della competizione”, ma doveroso nel rispetto di tutti i partecipanti, sia che essi siano atleti che volontari impiegati nella macchina organizzativa.

A tal riguardo gli organizzatori del Trail delle Colline hanno stipulato una convenzione con la GeneaBiomedic di Chivasso: tramite prenotazione, presentando la ricevuta di avvenuta iscrizione alla terza edizione, i partecipanti potranno effettuare un tampone rapido antigenico a prezzo calmierato. Tutti coloro che avessero delle domande in merito sono pregati di contattare lo staff organizzativo al numero telefonico 350-1394583 oppure inviare una mail all’indirizzo info@hoperunning.it

Si ricorda che per l’edizione 2021 il Trail delle Colline vedrà l’allestimento di 3 gare competitive (2 trail di, rispettivamente, 30 km con dislivello positivo di 1750 m e 16,5 km con dislivello positivo di 1000 m, oltre ad una corsa uomo-cane sempre di 16,5 km e con dislivello positivo di 1000) e di un’eco‐camminata di 6 km, con dislivello positivo di 300 metri.

Tutte le info relative al 3° Trail delle Colline le potete trovare a questi link:

• Sito web ufficiale www.traildellecolline.com

• Facebook:  www.facebook.com/traildellecolline

• Official Film Movie: www.youtube.com/watch?v=IUn1U1sWNR0

• Official Highlights Movie: www.youtube.com/watch?v=353XijtsfOQ

• Regolamento: www.traildellecolline.com/regolamento/

• Raccolta fondi: https://gofund.me/db6b98c5

• Iscrizioni: iscrizioni.wedosport.net/iscrizione.cfm?gara=53970

Il 3° Trail delle Colline appuntamento di apertura de “La Stagione del Benessere”

 

Il Trail delle Colline sarà l’appuntamento di apertura de “La Stagione del Benessere” organizzata dalla Città di Chivasso.

L’ufficialità è giunta negli scorsi giorni, per la gioia di tutta l’APS Hope Running ASD e dell’associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso, che dal 2019 organizzano congiuntamente questo trail nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po.

Le amministrazioni comunali di Chivasso e Castagneto Po sottolineano

l’importanza della valorizzazione del territorio e dell’attività fisica

A darne comunicazione, il sindaco Claudio Castello e l’assessora allo Sport Tiziana Siragusa:

Siamo arrivati alla terza edizione del Trail delle Colline che vede la nostra Città come luogo di partenza di una gara affascinante che unisce l’amore per lo sport e per l’ambiente. Per la nostra Amministrazione che punta sull’importanza dello sport anche come elemento determinante del benessere psicofisico dei cittadini, il Trail rappresenta sicuramente una manifestazione di alto livello. Tant’è che ci fa piacere inserire quest’evento come l’appuntamento di apertura de “La Stagione del Benessere”, organizzata dalla Città di Chivasso dal 9 al 31 ottobre. E’ straordinario percepire la gioia che esprimono i partecipanti al Trail delle Colline: centinaia di atleti, giovani e meno giovani ed anche persone con disabilità, pronti ad affrontare, ognuno secondo le proprie capacità fisiche, quei percorsi studiati per attraversare ambienti collinari incontaminati e stupendi. E questo non può far che bene al corpo ed allo spirito. Un grazie incondizionato agli organizzatori ed a tutti volontari che contribuiscono alla riuscita di questo evento”.

Da sempre grande sostenitore del TdC anche il sindaco di Castagneto Po Danilo Borca:

“Siamo giunti alla terza edizione e ogni anno gli organizzatori riescono sempre ad allestire percorsi molto interessanti che valorizzano il nostro territorio, soprattutto di Castagneto Po ma anche delle colline chivassesi: penso a Rivalba, San Sebastiano da Po, Casalborgone. Il Trail delle Colline è un’iniziativa sportiva e solidale davvero bella e l’organizzazione, con tutte le difficoltà del caso nel mettere in piedi delle manifestazioni di questo genere, è sempre stata ottima. Oltre all’aspetto agonistico, sicuramente importante, mi preme sottolineare l’importanza della camminata non competitiva, un bellissimo modo per conoscere il nostro territorio. La nostra posizione geografica ci porta ad essere una buona location per questa forma di turismo di prossimità, che ha lo scopo di promuovere le bellezze naturali e paesaggistiche delle zone in cui viviamo. Infine, ho una proposta da fare agli organizzatori: perché, oltre al tradizionale appuntamento di ottobre, non dare vita anche ad una notturna nei mesi estivi? Da tempo ho quest’idea che mi stuzzica”.

Danilo Borca con Luca Arrigoni, vincitore del Trail Lungo nel TdC 2020
Danilo Borca con Luca Arrigoni, vincitore del Trail Lungo nel TdC 2020

Si ricorda che per l’edizione 2021 il TdC vedrà l’allestimento di 3 gare competitive (2 trail di, rispettivamente, 30 km con dislivello positivo di 1750 m e 16,5 km con dislivello positivo di 1000 m, oltre ad una corsa uomo-cane sempre di 16,5 km e con dislivello positivo di 1000) e di un’eco‐camminata di 6 km, con dislivello positivo di 300 metri.

Tutte le info relative al 3° Trail delle Colline le potete trovare a questi link:

• Sito web ufficiale www.traildellecolline.com

• Facebook:  www.facebook.com/traildellecolline

• Official Film Movie: www.youtube.com/watch?v=IUn1U1sWNR0

• Official Highlights Movie: www.youtube.com/watch?v=353XijtsfOQ

• Regolamento: www.traildellecolline.com/regolamento/

• Raccolta fondi: https://gofund.me/db6b98c5

• Iscrizioni: iscrizioni.wedosport.net/iscrizione.cfm?gara=53970

I veri protagonisti del Trail delle Colline

Gli atleti che partecipano alla gara da Chivasso a Castagneto Po ritornano da un’anno all’altro per le bellezze del percorso

Manca poco più di un mese al 3° Trail delle Colline e cresce l’attesa.

Tra i grandi protagonisti della seconda edizione, andata in scena domenica 11 ottobre 2020, va annoverato senza dubbio Franco Chiesa, atleta classe 1985 classificatosi al quarto posto nel Trail Lungo di 28 chilometri con il tempo finale di 2h24’27”. Un ottimo risultato al debutto assoluto nel trail organizzato dall’APS Hope Running ASD e dall’associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po.

Questa l’analisi del fisioterapista e performance coach di GenHealth Chivasso (uno degli sponsor della gara, ndr), che lavorando in città sentiva particolarmente il TdC: “Alla vigilia speravo in un piazzamento nella Top Five e ho raggiunto l’obiettivo. Mi sono presentato sotto lo striscione del via senza conoscere il percorso e devo dire che è stato molto ben tracciato dai volontari: non ho avuto problemi e mai ho rischiato di perdere la traccia. Il Trail delle Colline è veramente una splendida gara, ben studiata e corribile, con un tracciato molto bello caratterizzato da passaggi spettacolari. Oltre ad una partenza larga, funzionale al rispetto della sicurezza e delle normative anti Covid, mi ha colpito soprattutto l’ultima discesa, molto tecnica, in cui chi ha gamba può fare davvero la differenza”.

Chiesa, performance therapist laureato in Scienze Motorie che da anni si è dedicato all’allenamento di atleti del mezzofondo, è un grande appassionato di trail running, oltre che di sci alpinismo, e punta a partecipare anche all’edizione 2021 del TdC, con l’intento di ambire al podio finale: “Quest’anno il calendario è molto fitto e ci sono parecchie gare che si sovrappongono, ma una cosa è certa: mi piacerebbe correre di nuovo il Trail delle Colline perché è proprio un bell’evento e perché sarebbe magnifico entrare in zona medaglia. Quest’anno ho conquistato un ottimo dodicesimo posto alla Mezzalama Skyclimb in coppia con Enzo Mersi, un’icona della corsa in montagna piemontese e non solo, ottenendo anche ottimi piazzamenti al Due Santuari Trail e al Gran Trail Courmayeur; non sarebbe assolutamente male migliorarmi al Trail delle Colline. Quello che auguro agli organizzatori è di sicuro il bel tempo: ad ottobre, il rischio pioggia è dietro l’angolo, ma nelle prime due edizioni c’è sempre stato il sole e spero che la tradizione favorevole venga rispettata”.

In campo femminile, ha ben figurato nel 2020 Stefania Giurleo, decima classificata nel Trail Corto di 15 chilometri, portato a termine con il riscontro cronometrico di 1h57’46”.

La brandizzese, classe 1986, all’esordio in questa gara e diventata mamma per la seconda volta da 7 mesi, si è presentata al via senza grandi aspettative, ma con la voglia di mettersi in gioco vicino a casa: “Il Trail delle Colline è davvero bellissimo! Dalla partenza suggestiva e ottimamente organizzata al fatto di salire direttamente in mezzo ai boschi, mi è piaciuto tutto. Se posso dare qualche consiglio agli organizzatori, un ristoro per bere a metà gara sarebbe perfetto, così come un numero maggiore di navette per scendere giù da Castagneto Po dopo l’arrivo, ma sono consapevole delle difficoltà che chi organizza si trova costretto a dover affrontare, negli ultimi anni dovute anche ai protocolli anti Covid da far rispettare. Quest’anno gareggerò nuovamente nel Trail Corto, portato a 16,5 chilometri, e sono sicura che mi divertirò”.

Conosciuta principalmente per aver giocato a lungo a pallavolo nelle categorie regionali, “Stella” ha iniziato a correre un’estate per tenersi in forma e con il passare degli anni la corsa è diventata per lei una valida alternativa nel fare sport, non riuscendo più a conciliare gli impegni lavorativi con il volley agonistico. Correre la rilassa, ma quando è in gara di certo non si risparmia, come dimostrano gli ottimi secondi posti conquistati nel 2015 nella “Una Corsa da Re” di Venaria Reale e nel 2018 a “La Mandria”, risultato quest’ultimo a cui tiene particolarmente perché era diventata mamma per la prima volta da pochissimo ed è salita sul podio in occasione della premiazione insieme alla sua bimba.

Tra poche settimane la vedremo in azione sui nostri sentieri: il conto alla rovescia per l’edizione 2021 è già partito!

L’abbraccio all’arrivo tra Stefania Giurleo e Valeria Marasco

Si ricorda che per l’edizione 2021 il TdC vedrà l’allestimento di 3 gare competitive (2 trail di, rispettivamente, 30 km con dislivello positivo di 1750 m e 16,5 km con dislivello positivo di 1000 m, oltre ad una corsa uomo-cane sempre di 16,5 km e con dislivello positivo di 1000) e di un’eco‐camminata di 6 km, con dislivello positivo di 300 metri.

Il Trail delle Colline diventa nazionale

L’importante riconoscimento da parte dello CSEN fa seguito al patrocinio dato dalla Regione Piemonte

Due importanti novità e una conferma per il Trail delle Colline, la cui terza edizione è in programma domenica 10 ottobre 2021, sempre con partenza da Chivasso e arrivo a Castagneto Po, come da tradizione.

La conferma riguarda l’assenso dato dall’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese: i partecipanti, come nelle scorse edizioni, potranno transitare sul percorso che insiste all’interno del Parco del Po piemontese sia per la parte in pianura sia nelle zone collinari alla destra idrografica del fiume Po.

Trail delle Colline 2020

La prima novità è relativa un traguardo raggiunto: nel 2021, il Trail delle Colline sarà gara a carattere nazionale per lo CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale), ente sportivo riconosciuto dal CONI che opera su tutto il territorio nazionale. Il passaggio da gara regionale a nazionale era stato auspicato da Gianluca Carcangiu, presidente CSEN Piemonte, lo scorso mese di novembre, a poche settimane dall’ottima riuscita della seconda edizione del TdC, e così è stato. Prosegue nel migliore dei modi la proficua collaborazione tra il Comitato Organizzatore del Trail delle Colline, guidato dall’APS Hope Running ASD e dall’associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso, e lo CSEN Piemonte, presente sin dalla prima edizione.

E’ lo stesso presidente regionale Carcangiu a spiegare le motivazioni di questo riconoscimento: “Il Trail delle Colline è sempre stato organizzato con serietà e visione del futuro. Questa è una manifestazione che ha i caratteri per diventare, anno dopo anno, sempre più grande e rappresenta una sorta di faro rispetto a chi fa attività sportiva, ponendosi come strumento di valorizzazione non solo dello sport, ma anche del territorio e della cultura. Il trail running è una disciplina sportiva che aiuta a educare all’amore verso il territorio ed a prendersi cura dell’ambiente: questa è la nostra casa, ne abbiamo una e dobbiamo trattarla meglio che possiamo. Colgo infine l’occasione per complimentarmi con Giovanni Mirabella e con tutti gli organizzatori per la passione e l’impegno che ci mettono. In questo periodo ci vogliono coraggio e altruismo per dare vita ad eventi così”.

L’altra novità, non meno importante, è il patrocinio dato dalla Regione Piemonte al Trail delle Colline. Si tratta di una prima assoluta, che testimonia la crescita di questo trail nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po, nato con l’obiettivo di promuovere e valorizzare un territorio magari poco conosciuto ma incantevole come la Riserva naturale del Bosco del Vaj.

Si ricorda, infine, che per l’edizione 2021 il TdC vedrà l’allestimento di 3 gare competitive (2 trail di, rispettivamente, 30 km con dislivello positivo di 1750 m e 16,5 km con dislivello positivo di 1000 m, oltre ad una corsa uomo-cane sempre di 16,5 km e con dislivello positivo di 1000) e di un’eco‐camminata di 6 km, con dislivello positivo di 300 metri.

• Sito web ufficiale www.traildellecolline.com

• Facebook:  www.facebook.com/traildellecolline

• Official Film Movie: www.youtube.com/watch?v=IUn1U1sWNR0

• Official Highlights Movie: www.youtube.com/watch?v=353XijtsfOQ

• Regolamento: www.traildellecolline.com/regolamento

• Raccolta fondi: https://gofund.me/db6b98c5

• Iscrizioni: https://iscrizioni.wedosport.net/iscrizione.cfm?gara=53970

Mauro Ruberto e sono una Persona che guarda avanti fino al prossimo traguardo possibile.

Mi chiamo Mauro Ruberto e sono un atleta di Hand bike e un atleta paraolimpico.


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mauro-1024x678.jpg
Immagine di Claudia Garbolino Riva

Sono una persona con disabilità evidente, la mia carrozzina sono le mie gambe, ho 55 anni, lo sport per me è sempre stato importante, mi ha dato sempre soddisfazione, raggiungere un obiettivo per poi superarlo.
Nonostante la carrozzina io ho continuato la mia passione per lo sport, certo in maniera diversa, utilizzando come se fossero le mie gambe la mia carrozzina, ho praticato Hockey con le carrozzine, l’ultima sfida è stata allenarmi per partecipare come atleta paraolimpico a una tappa del Giro di Italia che si è svolta a Chivasso il 15 giugno 2019.

Sono Mauro e ho un disabilità evidente ma questo non mi ha fermato, mi sono preparato fisicamente , ogni allenamento era una gara di cronometro e concentrazione, arrivavo sfinito a fine giornata ma ero felice, perché il traguardo non si raggiunge solo con l’immaginazione ma con l’impegno, il duro lavoro e con la consapevolezza che il mio traguardo non era solo il mio, ma era il traguardo di speranza per tutte le persone che come me vivono una disabilità .
La disabilità non ci rende diversi, ma cerchiamo ogni giorno di essere ”normali”, di fare le cose che potrebbero fare tutti, anche chi non ha una disabilità evidente.
Durante il percorso per arrivare alla tappa del Giro di Italia in Hand bike , ho avuto molti dubbi circa la mia visibilità, perché io credo che non ci sia niente di eccezionale eppure io ho una mission : raccontare la disabilità non come un punto dove ci si ferma e la vita finisce, la disabilità è nelle mie gambe ma non nella mia voglia di volare con il sorriso verso nuovi traguardi come atleta paraolimpico di Hand Bike.
Quando corro e sono disteso sulla Hand bike, ho un solo pensiero : muovere e far correre la hand bike su percorsi velocissimi e raggiungere il traguardo.