Domenica 11 ottobre torna il Trail delle Colline

La seconda edizione del Trail delle Colline si farà domenica 11 ottobre 2020. La conferma ufficiale è giunta nei giorni scorsi dagli organizzatori del primo trail nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po, che, dopo aver ricevuto garanzie dalle amministrazioni comunali dei Comuni interessati, con in testa Castagneto Po e Chivasso hanno sciolto gli ultimi dubbi e riserve. Una notizia che presto ha fatto il giro dei tantissimi appassionati di trail running e del pianeta corsa, pronti a prendere parte a questa bella manifestazione.

ASD Hope Running Onlus e Associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso Onlus hanno avuto il grande merito e coraggio di non demordere, di credere con tutte le loro forze nell’organizzazione di questa seconda edizione, valida come 2° Memorial Marino Borca e Pierangelo Berruti, in un anno così particolare come il 2020.

La parola d’ordine sarà ovviamente sicurezza

Gli organizzatori si atterranno rigidamente a tutti i protocolli di sicurezza governativi, regionali, comunali e dello CSEN attraverso un rigoroso rispetto delle norme relative al Covid-19 e invitano tutti i partecipanti a fare lo stesso, seguendo le disposizioni impartite dalle autorità competenti.

Doveroso presentare in questa occasione così speciale come quella dell’annuncio dell’ufficialità della gara il Comitato Organizzatore del 2° Trail delle Colline, guidato da Giovanni Mirabella e Davide Avanzato. Direttori di gara e responsabili percorso saranno Mauro Saroglia, Roberto Ecosse e Paolo Vettori, mentre l’organizzazione e la logistica saranno affidate a Massimo Bocca, Gianluca Pogliano, Nicholas Perolio, Pasquale Esposito e Rigano Maria. Speaker dell’evento, infine, Paolo Caffaro. Da segnalare, inoltre, i circa 80 volontari che garantiranno la sicurezza della manifestazione ed il rispetto delle normative anti Covid-19 e la fattiva collaborazione delle associazioni Circolo Santa Barbara, ERV, LILT, Amici del Po, Croce Rossa, ANPI e CAI.

Come anticipato da diversi mesi, tre le tipologie di gara: due competitive (un trail di circa 30 chilometri con 1200 metri di dislivello positivo e un trail da 15 chilometri con 650 metri di dislivello positivo) e un’eco-camminata e percorso di Nordic Walking di 8 chilometri alla scoperta del sentiero Berruti.

Tra le novità rispetto all’edizione del 2019, a fine corsa a tutti i partecipanti verrà consegnato un pranzo take away, che prenderà il posto del consueto pasta party, con l’intento di evitare ulteriori assembramenti.
Per quanto riguarda le iscrizioni alle due gare competitive, sui siti internet www.traildellecolline.com e www.wedosport.net si possono trovare tutte le informazioni e le modalità. Per chi si iscriverà entro il 20 settembre 2020, pacco gara garantito.
Per l’eco-camminata, si può scaricare il modulo dal sito www.traildellecolline.com e dopo averlo compilato si può consegnarlo presso il Chiosco di Chivasso, in via Gerbido; per info, scrivere a info@hoperunning.it

Sabato 19 settembre, inoltre, uno stand del Trail delle Colline sarà presente dalle ore 17 in avanti all’evento organizzato in via del Castello a Chivasso dall’XXL Cafè in collaborazione con GenHealth. In quell’occasione sarà possibile iscriversi e avere tutte le informazioni necessarie.
Infine, doveroso sottolineare l’importante collaborazione del Trail delle Colline con Seta e Amici del Po per sensibilizzare i partecipanti verso i temi del rispetto dell’ambiente e dell’eco-sostenibilità: chi partecipa alla camminata avrà la possibilità di ricevere un kit fornito dalla Seta per raccogliere i rifiuti che verranno trovati lungo il percorso.

Il Trail delle Colline, inoltre, aderisce alla campagna “Plastic Free” – “Liberiamo il mondo dalla plastica” e alla campagna “Io non getto i miei rifiuti” promossa da Spirito Trail.

Valeria Marasco è la madrina del secondo Trail delle Colline

L’atleta dell’Ultra Taaaaac Team è entusiasta del ruolo assegnatole dagli organizzatori

Domenica 11 ottobre è una data cerchiata in rosso sul calendario dei runner e degli amanti del trail running. Situazione Covid-19 permettendo si correrà la seconda edizione del Trail delle Colline, l’evento organizzato dall’ASD Hope Running Onlus e dall’Associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso Onlus. Sarà la chivassese d’adozione Valeria Marasco la “madrina” della seconda edizione della manifestazione, che nelle prime settimane di pre-iscrizione ha già raccolto parecchie adesioni.

La forte atleta dell’Ultra Taaaaac Team è entusiasta :

Essere stata scelta per questo ruolo è una cosa che mi inorgoglisce, perché hanno compreso appieno la mia passione e lo spirito con cui affronto le gare. Sono una “pazza” che quando si mette in testa idee e progetti poi fa di tutto per raggiungerli mettendoci tutta la voglia e la grinta immaginabili e non. Ringrazio di cuore Giovanni Mirabella per avermi dato questa possibilità”. 

Valeria Marasco Trail delle Colline

E Valeria Marasco sarà protagonista anche in gara provando perché a no a migliorare il fantastico secondo posto ottenuto nel 2019 nell’Hard Trail di 23 chilometri, con 1200 metri di dislivello positivo: “Lo scorso anno è stata un’esperienza fantastica, mi sono divertita tantissimo. Ero reduce da una gara di 40 chilometri disputata il giorno prima, ma ho affrontato il trail con grande entusiasmo e alla fine sono riuscita ad arrivare seconda alle spalle di un’atleta fortissima come Paola Borio. Sul traguardo ci siamo abbracciate. Di questo evento mi piace lo spirito che si creato, c’è ancora quella genuinità che fa bene allo sport. Poi il percorso è davvero spettacolare, molto tecnico e veloce, ma soprattutto divertente”. 

Il lockdown non ha frenato lo spirito indomito di Valeria, tanto che appena è stato dato il via libera per tornare a fare attività all’aperto si è tuffata subito in un’avventura che sognava di affrontare da qualche anno. “Assieme a quattro amici, Fabrizio Cardamone, Fabrizio Gaglio, Willer Dellamula, Lorella Piunti e grazie al supporto tecnico e soprattutto morale di Carmelo Iaria e Paolo Rossi abbiamo deciso di “regalarci” 185 chilometri, da Chivasso a Noli, una sorta di liberazione dal lockdown. Un’idea nata tanto tempo fa e pianificata con lunghe riunioni al Chiosco di Bacco del mio amico Francesco, che è diventato il nostro punto di ritrovo e che come me ha tanta voglia di fare ed entusiasmo. Un’esperienza unica, faticosa, ma affrontata con la determinazione, con il sorriso per aver ritrovato la libertà e soprattutto con un fortissimo spirito di gruppo che ci ha portato a superare i nostri limiti. Spero che questo sia il punto di partenza per altre avventure un po’ “matte”m ma che possano coinvolgere sempre più persone. Magari la prossima volta arriveremo fino a Grosseto…”.

A livello agonistico, invece, Marasco ha messo nel mirino il Morenic Trail, 119 chilometri con un dislivello positivo di 2450 metri. “Causa Covid-19 per quest’anno non se ne parla, ma per il 2021 è l’obiettivo che mi sono prefissata. Voglio provare ad alzare l’asticella e ritrovare quel gusto di affrontare le gare come se fosse la prima volta”.

Una passione, quella di Valeria Marasco, che ha un inossidabile punto di appoggio: “Ho la fortuna di avere una persona accanto, mio marito Carmelo, che ha compreso appieno la mia passione e la asseconda. Per me è fondamentale e quando lo vedo ad incitarmi sul percorso e a darmi tutto il suo sostegno mi dà una carica incredibile”. Quella carica che Valeria siamo certi metterà sugli impervi sentieri del Trail delle Colline e che trasmetterà a tutti coloro che assieme a lei si presenteranno sulla linea di partenza.  

Come anticipato, negli scorsi giorni sul portale Wedosport è stata aperta la procedura di pre-iscrizione per il Trail delle Colline 2020: sino alle ore 23,59 del 6 settembre sarà possibile effettuare online la pre-iscrizione gratuita all’evento.

Dal 7 al 13 settembre, se la gara verrà confermata, le pre-iscrizioni dovranno essere regolarizzate e tutti saranno contattati via email: a quel punto si potrà confermare l’iscrizione con il pagamento online, da effettuare sempre entro il 13 settembre. “Stiamo lavorando per portare avanti il nostro  sogno  in piena sicurezza per tutti” è il monito degli organizzatori, il cui entusiasmo, nonostante tutto, è sempre contagioso. L’attuale situazione epidemiologica ed il continuo mutare dei protocolli e delle norme anti contagio non permettono agli organizzatori di fare previsioni certe, ma con l’avvicinarsi dell’atteso evento l’attesa è sempre più grande.

Trail delle colline Valeria Marasco

Dicono di noi : Giornale La Voce edizione di Chivasso Quotidiano del CanaveseCanavese News

Aldo Allamano non vuole mancare alla seconda edizione del Trail delle Colline

Una vita di passione e sacrifici la sua, sempre al massimo dell’entusiasmo

Mancano poco più di due mesi alla seconda edizione del Trail delle Colline, in programma domenica 11 ottobre, e nello staff organizzativo si continua a lavorare intensamente per curare nei minimi dettagli la manifestazione. L’edizione 2020, senza alcun dubbio, sarà differente rispetto a quella precedente, per tutto ciò che ruota attorno al Covid-19 e non solo, ma non per questo è minore l’entusiasmo dei suoi protagonisti, sia che si tratti dei componenti della macchina organizzativa sia degli atleti. Proprio uno di questi ultimi, Aldo Allamano, ha motivazioni doppie nel prendere parte al TdC. Secondo classificato l’anno scorso nel Soft Trail di 12 chilometri alle spalle del solo Denis Baima Besquet, Allamano è reduce da un’operazione chirurgica ad un pollice in seguito ad un incidente occorsogli durante un allenamento nei dintorni di Giaveno e ce la metterà tutta per essere ai nastri di partenza l’11 ottobre prossimo: “Mentre mi allenavo sono stato assalito da tre maremmani, cani molti forti, e sono finito in un dirupo, lesionandomi il legamento del pollice. Nella sfortuna, mi è ancora andata bene e questo incidente non fa altro che motivarmi ancor di più a farmi trovare al 100% per la seconda edizione del Trail delle Colline, in un anno di per sé già molto difficile, caratterizzato dal lockdown e da tutto ciò che ne è conseguito”.

Aldo Allamano, dai mondiali di Spartan Race al Trail delle Colline

Originario di Mathi, Aldo ci racconta il suo primo TdC nel 2019, chiuso come anticipato con un ottimo risultato: “L’anno scorso mi sono iscritto incuriosito dalla prima edizione di questa gara e sono rimasto colpito dall’ottima organizzazione e dal percorso divertente, nervoso, a tratti veloce e soprattutto impegnativo. Solitamente nelle prime edizioni ci può essere qualche lacuna, ma devo fare i complimenti a Giovanni Mirabella ed a tutti gli organizzatori per la perfetta organizzazione. Tante volte noi atleti ci concentriamo esclusivamente sulla gara in sé, valutandone pregi e difetti, ma non ci rendiamo conto dello sforzo di chi c’è dietro, dei volontari che ci mettono anima e corpo per dare a noi la possibilità di gareggiare. L’augurio che faccio a loro per l’edizione del 2020 è di avere lo stesso entusiasmo dell’anno scorso: credono giustamente nella loro gara e nella valorizzazione del territorio; il loro impegno, ancor di più quest’anno in cui le gare organizzate non saranno tantissime, verrà riconosciuto e apprezzato da tutti i partecipanti, questo è poco ma sicuro”.

Classe 1986, Aldo Allamano corre da una vita, da quando ha iniziato a camminare in pratica. Nell’adolescenza, per tenere a bada il suo carattere sanguigno e fumantino, inizia a praticare il pugilato, ma dopo una trentina di match da dilettante è costretto ad abbandonare l’agonismo per un problema agli occhi. Pur rimanendo nel mondo della boxe come istruttore, Aldo si dedica via via sempre più alla corsa, utilizzata originariamente per tenersi in forma e mantenere la categoria di peso in vista degli incontri; si avvicina così al mondo delle Spartan Race e delle OCR (Obstacle Course Race), gare in cui si mettono in gioco la forza fisica e mentale attraverso il superamento di ostacoli e prove lungo percorsi trail e cross, con zone di fango e acqua, grazie a capacità quali resistenza, abilità e precisione. Una tipologia di sport relativamente giovane, nata sul finire degli anni Ottanta in Gran Bretagna e sbarcata in Italia nel 2014, anno in cui sono state organizzate le prime OCR nel nostro Paese. La fatica di certo non spaventa Aldo, che si allena sempre più duramente e presto ottiene prestigiosi risultati in campo nazionale ed internazionale, come l’ottavo posto su 3500 iscritti alla Spartan Race di Barcellona, in Spagna, che gli vale la qualificazione per i Campionati Mondiali 2016 in Canada. Il mathiese predilige da sempre le gare montane, come l’Original Gram di Pragelato, che vince, e le Spartan Race in Austria, e quasi senza accorgersene inizia a vivere questa sua passione a tutto tondo, trascorrendo più tempo possibile in montagna: “Mi piace il fatto di non essere legato a nessun orario, a nessuna struttura. Basta allacciarmi le scarpe e sono libero di correre dove voglio. Ho studiato da perito agrario e lavoro in una fabbrica metalmeccanica, ma con la mente sono sempre immerso nella natura e non vedo l’ora di uscire e correre, immaginando fin dove posso arrivare”.

Dove arriverà Aldo Allamano solo lui può saperlo per davvero, la certezza che abbiamo noi è che tantissimi chilometri da percorrere lo attendono ancora. Sempre di corsa, anche in salita in virtù della sua falcata corta e rapida. Soprattutto non vediamo l’ora di ritrovarlo al via della seconda edizione del Trail delle Colline il prossimo 11 ottobre. Stavolta per vincere, ovviamente!

Iscriviti anche tu clicca qui

Aldo Allamano, Trail delle Colline, Giovanni Mirabella, TdC, Spartan Race