Atma Yoga no limits: lo yoga per le persone  con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Atma Yoga no limits: lo yoga per le persone con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Atma yoga no limits: lo yoga per le persone con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Le lezioni a cadenza settimanale saranno tenute dall’istruttrice Juana Zannotti e si terranno presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 a Chivasso

L’Asd Hope Running Onlus è ben disposta verso le collaborazioni con altre realtà del territorio.

“Insieme, si vince sempre” è il mantra dell’associazione chivassese guidata dal presidente Giovanni Mirabella, che fa leva sulla disponibilità di un buon numero di volontari per dare vita a progetti ed eventi ambiziosi, sempre nel segno della solidarietà.

Il Trail delle Colline, corsa che si svolge ad ottobre nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po e che ogni anno sostiene importanti progetti a carattere sociale, è sicuramente il più conosciuto, ma non da meno sono “Cacciatori di Sogni”, progetto volto a sensibilizzare gli alunni della scuola primaria sui valori dell’inclusione e della solidarietà attraverso testimonianze dirette, e “Hope Running on the Road”, viaggio itinerante in cui bambini e adulti possono “pedalare” su handbike adattate per uso ricreativo, che l’associazione mette a disposizione dei propri soci per la partecipazione ad eventi sportivi, come ad esempio il prestigioso Giro d’Italia di handbike.

L’ultimo progetto promosso in ordine temporale è Atma Yoga No Limits, iniziativa nata con l’intento di avviare a Chivasso un corso di Atma Yoga rivolto alle persone con disabilità.

Le lezioni, tenute dall’istruttrice di yoga Juana Zannotti, sono focalizzate sulla spiritualità, sull’attivazione dei circuiti energetici e adattate alle persone con disabilità.

E’ la stessa Juana a presentare così il nuovo progetto: “Sono diventata istruttrice di yoga attraverso l’associazione Atma Namastè di Rende, in Calabria, e mi sono formata sia a livello di insegnamento che di Pranic Healing, terapia semplice ed efficace grazie alla quale si può recuperare il proprio stato di salute e accelerare il processo di guarigione. Ho attivato negli scorsi anni a San Mauro Torinese e Settimo Torinese corsi di Atma Yoga e, dopo essere venuta in contatto con l’Asd Hope Running Onlus, ho iniziato a pensare ad un corso No Limits funzionale alle persone con disabilità da portare presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 a Chivasso”.

L’incontro con la giovane chivassese Chiara Varuzza ha fatto scattare qualcosa di magico nel cuore della stessa Juana: “Chiara si è prestata a partecipare alle lezioni, donandomi il suo corpo e la sua mente. Le è piaciuto subito, stiamo continuando a lavorare insieme a cadenza settimanale e vogliamo allargare il corso ad altri ragazzi, ragazze o persone con disabilità. L’iniziativa sarà assolutamente gratuita, ma chi vorrà potrà fare un’offerta di 1 euro a lezione per supportare l’Asd Hope Running Onlus e i suoi progetti solidali, in segno di sostegno e ricompensa energetica per l’ospitalità. Parallelamente faremo nascere sempre a Chivasso un corso di Atma Yoga per normodotati, a pagamento. Venite a conoscerci, fate una lezione di prova e avvicinatevi alla dimensione spirituale dello yoga, disciplina millenaria che è unione di corpo, mente e respiro, e che vi consentirà di ricercare l’essere autentico che è dentro ognuno di noi”.

Mauro Trucano dona una sua opera alla ASD Hope Running Onlus

Mauro Trucano dona una sua opera alla ASD Hope Running Onlus

IL PITTORE MAURO TRUCANO DONA UN’OPERA D’ARTE ALL’ ASD HOPE RUNNING ONLUS

L’artista di origini canavesane ha consegnato il quadro realizzato in tecnica mista al presidente Giovanni Mirabella presso la Bottega d’Arte di Chivasso

Un quadro è come una chiave che può essere usata per aprire porte e cuori.

Lo sa bene Mauro Trucano, artista classe 1965 nato a Castellamonte e che attualmente risiede e lavora ad Avigliana. Il pittore di origini canavesane ha compiuto un grande gesto di generosità, regalando un’opera d’arte all’Asd Hope Running Onlus. La consegna è avvenuta nei giorni scorsi presso la Bottega d’Arte di via Torino 13 a Chivasso: presenti il padrone di casa Giampiero Varuzza e sua figlia Chiara, grandi amici di Trucano, il presidente dell’Asd Hope Running Onlus, Giovanni Mirabella, e l’artista piemontese, che nell’occasione ha autografato i multipli retouchè in tiratura limitata di quest’opera realizzata in tecnica mista appositamente per il sodalizio chivassese. A queste latitudini, lo sport come divertimento, ma anche e soprattutto inclusione sociale e sostenibilità ambientale, con l’intento di diffondere valori come la solidarietà, l’aiuto reciproco, il rispetto della natura, la valorizzazione e tutela delle risorse e delle bellezze del territorio. Venerdì 16 settembre, in occasione dell’aperitivo solidale serale “Aspettando il Trail delle Colline” organizzato presso la sede dell’Asd Hope Running Onlus di corso Galileo Ferraris 60, l’artista di Castellamonte sarà presente a Chivasso per incontrare i presenti e illustrare la sua opera, ma non solo: “Truk” darà vita ad un action painting e il pezzo unico prodotto sarà a disposizione per chi volesse portarselo a casa, previa donazione. Pittore dal 1995, Mauro Trucano è stato illustratore per diverse agenzie pubblicitarie, e pittoricamente ha collaborato a progetti editoriali, musicali, teatrali, di moda e design. Le sue opere pittoriche sono influenzate dalla passione quasi maniacale per la cultura metropolitana, il tutto elaborato con gestualità e forza cromatica. Ha esposto in Italia, Francia e Stati Uniti d’America e ha partecipato a KunStart 2010 di Bolzano e alla 54° edizione della Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi. L’opera donata all’Asd Hope Running Onlus si può vedere e prenotare sia presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 sia presso la Bottega d’Arte di via Torino 13, sempre a Chivasso, ed è disponibile in 150 copie. Il ricavato servirà a finanziare l’acquisto di un ecografo per la prevenzione dei tumori femminili, che verrà donato in beneficenza alla sezione di Torino della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). L’arte della condivisione è un passo importante nel percorso di costruzione di un progetto di solidarietà diffusa, capace di trattare la “diversità” umana come ricchezza. Perché, come recita il motto della stessa Asd Hope Running Onlus, “insieme si vince, sempre”.

Concorso Letterario “Parole in Dono” edizione 2022

“PAROLE IN DONO” 2022 - I edizione

PONTE DI PAROLE E VERSI

REGOLAMENTO

Premessa

Le Associazioni Culturali “Ex alunni del liceo Garibaldi” di Napoli, “Hope Unlimited ” e “Clarae Musae” promuovono un concorso letterario il cui fine è sostenere le persone con disabilità, creando attraverso versi e prosa un benefico ponte di solidarietà. Le quote, infatti, saranno devolute in beneficenza documentata all’ APS Hope Running Asd

Art.1 –  Sezioni previste

Sez. A) POESIA “PREMIO SAFFO”

Poesia inedita/edita, in lingua italiana, a tema libero, che non si sia classificata nei primi tre posti in altro concorso; 1 sola poesia non superiore ai 40 versi; carattere: Time New Roman 12;

Sez. B) PROSA “PREMIO MARGHERITA SAVASTANO”

Un racconto a tema libero, inedito/edito di massimo tre pagine (foglio A4, carattere Times New Roman 12, interlinea singola) in formato word, che non si sia classificato nei primi tre posti in altro concorso;

Sez. C) PREMIO “ UN BACIO TRA LE STELLE” in memoria Gianfranco e Lucia

Poesia d’amore inedita/edita, in lingua italiana, che non si sia classificata nei primi tre posti in altro concorso; una sola poesia non superiore ai 40 versi; carattere: Time New Roman 12.

Sez. D) PREMIO “GINO STRADA PAROLE DI PACE”

Poesia per la pace inedita/edita, in lingua italiana, che non si sia classificata nei primi tre posti in altro concorso; 1 sola poesia non superiore ai 40 versi; carattere: Time New Roman 12.

Art.2 – Scadenza di presentazione

Le opere dovranno pervenire entro e non oltre le ore 24 del 30/06/2022 all’indirizzo e-mail del premio concorsonazionaleparoleindono@gmail.com

Art.3 – Quota di partecipazione

La quota di partecipazione è una donazione di € 10,00 per ciascuna sezione.

Le quote, tutte in beneficenza alla HOPE RUNNING APS, vanno versate secondo la seguente modalità:

  • Bonifico bancario intestato a HOPE RUNNING APS all’ IBAN IT85L0304330370CC0160115232 con causale DONAZIONE – PREMIO PAROLE IN DONO

La ricevuta con tale dicitura potrà essere scaricata e allegata alla dichiarazione dei redditi. La beneficenza sarà documentata.

Art.4 – Modalità di partecipazione

La partecipazione avviene tramite e-mail al seguente indirizzo: concorsonazionaleparoleindono@gmail.com

La e-mail dovrà contenere per ciascuna sezione i seguenti file:

  • File con l’opera letteraria firmata;
  • File con l’opera anonima;
  • Una breve nota biografica artistica (non obbligatoria);
  • File con scheda di adesione, in cui si dichiara che: l’opera è frutto del proprio ingegno; non è mai stata premiata nei primi tre posti in altri concorsi; è libera da qualsiasi vincolo; si autorizza al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. nr. 196/03;
  • File con fotocopia del versamento effettuato della quota donata. L’assenza della quota di donazione o della scheda di adesione debitamente compilata in tutte le sue parti, comporta l’esclusione dal premio dell’opera inviata.

Art.5 – Liberatoria

Con la partecipazione al Concorso, gli Autori consentono la divulgazione delle proprie opere da parte dell’Organizzazione del Premio senza avere nulla a pretendere. Tutti i diritti restano comunque di proprietà degli autori. Le opere inviate al Premio non saranno restituite.

 Art.6 – Giuria

La Giuria, composta da esponenti della cultura, del sociale, delle istituzioni, provvederà alla valutazione delle opere; i giudizi saranno insindacabili e inappellabili.

Art.7 – Risultati

I risultati, resi noti tramite mail solo ai finalisti con adeguato anticipo rispetto alla premiazione, saranno pubblicati successivamente anche sui social.

Art.8 – Premiazione

La premiazione avverrà a Chivasso (TO) Corso Galileo Ferraris 60 nelle sale eventi della sede della HOPE RUNNING APS, sabato 24 settembre 2022, dalle ore 16:30

Gli autori, presenti alla cerimonia di premiazione personalmente o tramite delega scritta, riceveranno i premi; gli autori assenti riceveranno soltanto l’attestato via mail. 

La Giuria non è tenuta a rendere pubblici i titoli e i motivi delle opere escluse dalla premiazione finale.

Art.9 – Informativa sulla Privacy

Le utenze e gli indirizzi e-mail comunicati alla Segreteria verranno utilizzati solo per comunicazioni legate al Premio. I dati personali saranno trattati nel rispetto del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI”

Art.10 – Varie

L’Organizzazione del Premio, non risponde di eventuali operazioni di plagio compiute da uno o più partecipanti o di qualsiasi conseguenza dovuta ad informazioni mendaci circa le generalità comunicate. Saranno escluse opere inneggianti alla violenze/offensive.

La partecipazione al Premio comporta la piena accettazione del presente regolamento e di tutte le clausole che lo compongono, la cui inosservanza costituisce motivo di esclusione dal premio.

Al fine di agevolare i lavori della Giuria, gli Autori sono invitati a inviare le Opere in anticipo rispetto al termine di scadenza per facilitare il compito dei Giurati.

 

Per eventuali chiarimenti e/o informazioni telefonare al numero 3278275251 o scrivere all’indirizzo e-mail concorsonazionaleparoleindono@gmail.com

 

Presidente Ass. Ex Alunni del Liceo G.Garibaldi : Dott. Raffaele Zocchi

Presidente della Ass. Hope Unlimited : Dott.ssa Maddalena Cenvinzo

Presidente Ass. Clarae Muse : Prof.ssa Vittoria Caso

 

Il Trail delle Colline sostiene il progetto Alessandra

Una parte del ricavato dell’eco-camminata verrà devoluta al servizio di distribuzione parrucche per donne colpite dalla malattia oncologica

Manca meno di una settimana al 3° Trail delle Colline e le adesioni continuano ad arrivare copiose. Superata la soglia dei 500 iscritti, il Comitato Organizzatore comunica che per tutta questa settimana ci si potrà continuare ad iscrivere presso la nuova sede dell’APS Hope Running Asd in corso Galileo Ferraris 60 a Chivasso, mentre per chi arriva da fuori provincia domenica 10 ottobre sarà possibile ritirare il pacco gara in piazzale Libertini, sempre a Chivasso.

La stessa APS Hope Running Asd e l’associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso hanno tenuto in serbo per il rush finale una bellissima sorpresa. Una parte del ricavato dell’eco-camminata del Trail delle Colline 2021, infatti, verrà devoluta in beneficenza al Progetto Alessandra, iniziativa ideata a Rieti che intende offrire un servizio gratuito di distribuzione parrucche dedicato a tutte le donne che, durante la malattia oncologica, affrontano il delicato momento della caduta dei capelli. Il progetto nasce dalla volontà di Marco Rosati, marito di Alessandra Spadoni, scomparsa nel 2016 all’età di 39 anni.

Guardare oltre è uno dei valori che l’APS Hope Running Asd porta avanti sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 2018, e farlo insieme all’associazione ONLUS  ALCLI “Giorgio e Silvia”, che ha accolto con entusiasmo il progetto di Marco Rosati, è sicuramente un importante valore aggiunto per il Trail delle Colline. Esserci domenica 10 ottobre, infatti, consentirà di dare nuova linfa a questo lodevole progetto ed è senza alcun dubbio un motivo in più per prendere parte all’eco-camminata di 6 chilometri dal cuore di Chivasso fino a San Genesio, immergendosi lungo Sentiero Berruti nelle splendide colline chivassesi e di Castagneto Po.

Un altro grande motivo di orgoglio per tutti la macchina organizzativa del Trail delle Colline, guidata da Giovanni Mirabella, è il carattere di internazionalità che ha raggiunto nel corso degli anni questa gara. Dopo l’edizione pilota del 2019 tutta a tinte tricolori, già l’anno scorso ai nastri di partenza c’erano atleti provenienti da Giappone, Perù, Romania e Svizzera. Quest’anno la terza edizione non sarà da meno, visto che al momento hanno completato la loro iscrizione atleti di Albania, Francia, Romania, Scozia e Svizzera, a testimonianza della crescente cassa di risonanza a livello internazionale che anno dopo anno ha il TdC. E quando ad essere diffusi sono valori come la solidarietà, l’aiuto reciproco, il rispetto della natura e dell’ambiente, la valorizzazione e tutela delle risorse naturali e delle bellezze del territorio un evento sportivo assume una rilevanza ancora maggiore: sport inteso come divertimento, ma anche e soprattutto inclusione sociale e sostenibilità ambientale.

Si ricorda che per l’edizione 2021 il Trail delle Colline vedrà l’allestimento di 3 gare competitive (2 trail di, rispettivamente, 30 km con dislivello positivo di 1750 m e 16,5 km con dislivello positivo di 1000 m, oltre ad una corsa uomo-cane sempre di 16,5 km e con dislivello positivo di 1000) e di un’eco‐camminata di 6 km, con dislivello positivo di 300 metri.

Tutte le info relative al 3° Trail delle Colline le potete trovare a questi link:

• Sito web ufficiale www.traildellecolline.com

• Facebook:  www.facebook.com/traildellecolline

• Official Film Movie: www.youtube.com/watch?v=IUn1U1sWNR0

• Official Highlights Movie: www.youtube.com/watch?v=353XijtsfOQ

• Regolamento: www.traildellecolline.com/regolamento/

• Raccolta fondi: https://gofund.me/db6b98c5

• Iscrizioni: iscrizioni.wedosport.net/iscrizione.cfm?gara=53970

Emanuele Ottaviani e l’amore per lo sport

Per il terzo anno consecutivo lo sportivo di San Raffaele Cimena sarà al via del Trail delle Colline, la sua gara del cuore

Dici Emanuele Ottaviani e la prima parola che viene in mente è sport, inteso come sfida con sé stessi e superamento dei propri limiti. Certo, la sana competizione è importante, ma non è tutto. C’è molto di più. Ci sono rinunce, sacrifici, notti insonni: insomma, c’è la vita. E se a dirlo è un 28enne che da giovane tantissime soddisfazioni si è tolto a livello agonistico nel mondo dell’atletica leggera, c’è da credergli eccome!

Ottaviani, classe 1992, è un aficionado del Trail delle Colline, avendo preso parte alle due edizioni sin qui disputate, e non mancherà nemmeno quest’anno sotto lo striscione del via. Il trail nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po è la sua gara del cuore e il motivo è facile da capire: “Io sono di San Raffaele Cimena e questa è una manifestazione a cui sono particolarmente legato, disputandosi sulle colline sopra casa mia, nelle quali da ragazzo amavo andare a far le passeggiate. Inoltre, essendo cresciuto sportivamente parlando a Chivasso, tocca tutti i luoghi belli della mia vita ed è sempre un piacere prendervi parte”.

Emanuele è un ragazzo disponibilissimo, che ha valori forti, e che quando fa trapelare le sue emozioni lo si starebbe ad ascoltare per ore: “Nel 2019 l’edizione inaugurale del Trail delle Colline è stata in assoluto la prima gara di trail running a cui mi sono iscritto. E’ stato emozionante mettermi in gioco nel Soft Trail di 12 chilometri e il decimo posto assoluto nella classifica finale è stato un risultato fantastico, che non mi aspettavo assolutamente. Ho fatto la differenza in discesa, guadagnando diverse posizioni, e poi ho mantenuto l’ottimo piazzamento nella pianura finale. L’anno scorso c’è stata invece un’incredibile affluenza di atleti, trattandosi di una delle poche gare in calendario in periodo di pandemia, e la cosa più bella è che il livello dei partecipanti si è alzato davvero tanto. Mi sono cimentato nuovamente nel Trail Corto, la cui lunghezza è stata portata però a 15 chilometri: non sono riuscito ad arrivare al top della forma e ho chiuso sessantesimo assoluto, accusando dei problemi fisici nel finale, ma ho comunque tagliato il traguardo con il sorriso, che, sono certo, non mancherà sul mio volto nemmeno quest’anno, nonostante il Trail Corto a cui sono già iscritto è stato portato a 16,5 chilometri, con un dislivello positivo passato dai 650 metri delle prime due edizioni agli oltre 1000 metri del 2021. Sarà una bella sfida con me stesso, in cui cercherò in primis di divertirmi e poi di migliorare il passo gara tenuto negli anni passati”.

Trail delle Colline
photo Claudia Garbolino Riva

Di gare, Emanuele Ottaviani se ne intende eccome, avendo raggiunto ottimi risultati in carriera nell’atletica leggera con le maglie del Gruppo Sportivi Chivassesi e dell’Atletica Piemonte: “Nel 2009, all’età di 17 anni, mi sono avvicinato all’atletica allenandomi al campo sportivo Paolo Rava di Chivasso. E’ stato amore a prima vista e il 7 febbraio 2010, alla mia terza gara, ho conquistato il titolo regionale Juniores nei 60 metri piani. Da quel momento è stato un crescendo e sono arrivate le mie più grandi soddisfazioni sportive, come il titolo italiano conquistato con la staffetta 4×100 dell’Atletica Piemonte ai Campionati di Società 2012 di Fermo, in cui ho corso l’ultima frazione ricevendo il testimone da Davide Manenti, atleta a lungo in Nazionale Italiana. Ma non solo: penso al titolo regionale Promesse sui 200 metri dello stesso 2012, al titolo regionale Under 23 e al titolo regionale assoluto dei 100 metri conquistati entrambi nel 2013, quello che è stato il mio anno migliore, avendo centrato anche il secondo posto nel meeting internazionale di Torino allo stadio Primo Nebiolo e avendo poi sfiorato il minimo per prendere parte ai Campionati Europei Under 23 di Tampere, in Finlandia: il tempo richiesto era di 10”60 e io ho fermato il cronometro a 10”69. Della prestigiosa gara torinese ho ricordi speciali, essendo andato ad un soffio dalla doppietta nei 200 metri, in cui nonostante un affaticamento muscolare ho corso fianco a fianco a Davide Re, atleta azzurro ed attuale recordman italiano dei 400 metri”.

Con il passare degli anni, conciliare gli impegni sportivi con quelli lavorativi è stato più complicato. Se da un lato la scelta inevitabile è stata quella di abbandonare l’agonismo, dall’altro Emanuele si è ripromesso di non lasciare mai del tutto lo sport, in particolare la corsa. Così nel 2018 si è avvicinato al mondo delle Spartan Race, duri percorsi misti in cui si corre e bisogna superare degli ostacoli. E’ presto spiegato l’avvicinamento al trail running, disciplina propedeutica ad affrontare impegni fisici di questo tipo.

Ma come anticipato, il Trail delle Colline non è per lui una gara come tutte le altre e non resta che attendere domenica 10 ottobre per vederlo ancora una volta tra i protagonisti: “Il sogno è avvicinare il piazzamento del 2019, ma al di là di tutto voglio ringraziare Giovanni Mirabella, l’APS Hope Running ASD e l’associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso per il gran lavoro che c’è dietro ad una manifestazione di questo genere. Per me, si meritano a prescindere il primo posto sia per i valori umani che hanno sia per a livello sportivo, vista la passione che ci mettono e la bellezza del percorso che ogni anno disegnano. A loro va il mio grande grazie e l’augurio che mi sento di fare è che il Trail delle Colline diventi ogni anno sempre più bello. Anzi, voglio fare di più colgo l’occasione per invitare tutti gli appassionati di trail running ad avvicinarsi a questa manifestazione: credetemi, sarà una fantastica scoperta!”.