Atma Yoga no limits: lo yoga per le persone  con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Atma Yoga no limits: lo yoga per le persone con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Atma yoga no limits: lo yoga per le persone con disabilita’ all’ASD Hope Running Onlus

Le lezioni a cadenza settimanale saranno tenute dall’istruttrice Juana Zannotti e si terranno presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 a Chivasso

L’Asd Hope Running Onlus è ben disposta verso le collaborazioni con altre realtà del territorio.

“Insieme, si vince sempre” è il mantra dell’associazione chivassese guidata dal presidente Giovanni Mirabella, che fa leva sulla disponibilità di un buon numero di volontari per dare vita a progetti ed eventi ambiziosi, sempre nel segno della solidarietà.

Il Trail delle Colline, corsa che si svolge ad ottobre nel cuore verde delle colline chivassesi e dei sentieri naturalistici di Castagneto Po e che ogni anno sostiene importanti progetti a carattere sociale, è sicuramente il più conosciuto, ma non da meno sono “Cacciatori di Sogni”, progetto volto a sensibilizzare gli alunni della scuola primaria sui valori dell’inclusione e della solidarietà attraverso testimonianze dirette, e “Hope Running on the Road”, viaggio itinerante in cui bambini e adulti possono “pedalare” su handbike adattate per uso ricreativo, che l’associazione mette a disposizione dei propri soci per la partecipazione ad eventi sportivi, come ad esempio il prestigioso Giro d’Italia di handbike.

L’ultimo progetto promosso in ordine temporale è Atma Yoga No Limits, iniziativa nata con l’intento di avviare a Chivasso un corso di Atma Yoga rivolto alle persone con disabilità.

Le lezioni, tenute dall’istruttrice di yoga Juana Zannotti, sono focalizzate sulla spiritualità, sull’attivazione dei circuiti energetici e adattate alle persone con disabilità.

E’ la stessa Juana a presentare così il nuovo progetto: “Sono diventata istruttrice di yoga attraverso l’associazione Atma Namastè di Rende, in Calabria, e mi sono formata sia a livello di insegnamento che di Pranic Healing, terapia semplice ed efficace grazie alla quale si può recuperare il proprio stato di salute e accelerare il processo di guarigione. Ho attivato negli scorsi anni a San Mauro Torinese e Settimo Torinese corsi di Atma Yoga e, dopo essere venuta in contatto con l’Asd Hope Running Onlus, ho iniziato a pensare ad un corso No Limits funzionale alle persone con disabilità da portare presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 a Chivasso”.

L’incontro con la giovane chivassese Chiara Varuzza ha fatto scattare qualcosa di magico nel cuore della stessa Juana: “Chiara si è prestata a partecipare alle lezioni, donandomi il suo corpo e la sua mente. Le è piaciuto subito, stiamo continuando a lavorare insieme a cadenza settimanale e vogliamo allargare il corso ad altri ragazzi, ragazze o persone con disabilità. L’iniziativa sarà assolutamente gratuita, ma chi vorrà potrà fare un’offerta di 1 euro a lezione per supportare l’Asd Hope Running Onlus e i suoi progetti solidali, in segno di sostegno e ricompensa energetica per l’ospitalità. Parallelamente faremo nascere sempre a Chivasso un corso di Atma Yoga per normodotati, a pagamento. Venite a conoscerci, fate una lezione di prova e avvicinatevi alla dimensione spirituale dello yoga, disciplina millenaria che è unione di corpo, mente e respiro, e che vi consentirà di ricercare l’essere autentico che è dentro ognuno di noi”.

Mauro Trucano dona una sua opera alla ASD Hope Running Onlus

Mauro Trucano dona una sua opera alla ASD Hope Running Onlus

IL PITTORE MAURO TRUCANO DONA UN’OPERA D’ARTE ALL’ ASD HOPE RUNNING ONLUS

L’artista di origini canavesane ha consegnato il quadro realizzato in tecnica mista al presidente Giovanni Mirabella presso la Bottega d’Arte di Chivasso

Un quadro è come una chiave che può essere usata per aprire porte e cuori.

Lo sa bene Mauro Trucano, artista classe 1965 nato a Castellamonte e che attualmente risiede e lavora ad Avigliana. Il pittore di origini canavesane ha compiuto un grande gesto di generosità, regalando un’opera d’arte all’Asd Hope Running Onlus. La consegna è avvenuta nei giorni scorsi presso la Bottega d’Arte di via Torino 13 a Chivasso: presenti il padrone di casa Giampiero Varuzza e sua figlia Chiara, grandi amici di Trucano, il presidente dell’Asd Hope Running Onlus, Giovanni Mirabella, e l’artista piemontese, che nell’occasione ha autografato i multipli retouchè in tiratura limitata di quest’opera realizzata in tecnica mista appositamente per il sodalizio chivassese. A queste latitudini, lo sport come divertimento, ma anche e soprattutto inclusione sociale e sostenibilità ambientale, con l’intento di diffondere valori come la solidarietà, l’aiuto reciproco, il rispetto della natura, la valorizzazione e tutela delle risorse e delle bellezze del territorio. Venerdì 16 settembre, in occasione dell’aperitivo solidale serale “Aspettando il Trail delle Colline” organizzato presso la sede dell’Asd Hope Running Onlus di corso Galileo Ferraris 60, l’artista di Castellamonte sarà presente a Chivasso per incontrare i presenti e illustrare la sua opera, ma non solo: “Truk” darà vita ad un action painting e il pezzo unico prodotto sarà a disposizione per chi volesse portarselo a casa, previa donazione. Pittore dal 1995, Mauro Trucano è stato illustratore per diverse agenzie pubblicitarie, e pittoricamente ha collaborato a progetti editoriali, musicali, teatrali, di moda e design. Le sue opere pittoriche sono influenzate dalla passione quasi maniacale per la cultura metropolitana, il tutto elaborato con gestualità e forza cromatica. Ha esposto in Italia, Francia e Stati Uniti d’America e ha partecipato a KunStart 2010 di Bolzano e alla 54° edizione della Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi. L’opera donata all’Asd Hope Running Onlus si può vedere e prenotare sia presso la sede di corso Galileo Ferraris 60 sia presso la Bottega d’Arte di via Torino 13, sempre a Chivasso, ed è disponibile in 150 copie. Il ricavato servirà a finanziare l’acquisto di un ecografo per la prevenzione dei tumori femminili, che verrà donato in beneficenza alla sezione di Torino della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). L’arte della condivisione è un passo importante nel percorso di costruzione di un progetto di solidarietà diffusa, capace di trattare la “diversità” umana come ricchezza. Perché, come recita il motto della stessa Asd Hope Running Onlus, “insieme si vince, sempre”.

Hope Running on the road

Hope Running on the road

Ieri sera per la prima volta siamo stati ospiti della Pro Loco di Rivarolo Canavese alla Notte di Suoni e Sapori….e Notte dei Saldi: una bellissima serata, in cui abbiamo avuto l’occasione di incontrare davvero tante belle persone e di far conoscere la nostra realtà e le attività che portiamo avanti con passione e determinazione dal 2018! 

Vittone Marina
Lo staff Hope Running con Marina Vittone

Ringraziamo di cuore la Pro Loco di Rivarolo Canavese per l’invito e la cortesia, l’amministrazione comunale di Rivarolo Canavese che ci è venuta a trovare allo stand, chi nell’occasione si è tesserato alla nostra associazione e chi si è iscritto al Trail delle Colline 2022, ma soprattutto le tantissime persone che sono venute a provare le handbike, che hanno apprezzato i nostri gadget per grandi e piccini e che hanno contribuito alla nostra raccolta fondi per l’acquisto di un mezzo di trasporto per persone con disabilità!

Il sindaco Alberto Rostagno, l’assessore Helen Ghirmu e l’onorevole Francesca Bonomo ospiti al nostro stand


In ultimo, grazie come sempre ai volontari che hanno reso possibile tutto questo.

Perché come recita il nostro motto “INSIEME SI VINCE SEMPRE

OnAir: La Hope Running si racconta

OnAir: la Hope Running si racconta

I due volontari dell’associazione, referenti per i progetti della Asd Hope Running Onlus, hanno anticipato alcune delle iniziative a cui l’associazione chivassese, che si occupa di inclusione sociale attraverso lo sport, sta lavorando

Torneo calcio balilla 2022

TUTTO PRONTO PER IL MEMORIAL GIACOMO TEPPATI LOSÈ

Domenica 29 maggio appuntamento con la prima edizione del torneo di calcio balilla integrato nella nuova sede di Corso Galileo Ferraris 60

Cresce l’attesa a Chivasso per la prima edizione del Memorial Giacomo Teppati Losè, torneo di calcio balilla integrato in programma nella giornata di domenica 29 maggio presso la nuova sede dell’APS Hope Running Asd, in Corso Galileo Ferraris 60

La bella manifestazione, aperta a tutte le persone disabili (fisici, intelletivi-relazionali e sordi) e non, è organizzata grazie alla collaborazione con la Parrocchia Madonna Del Santo Rosario in memoria di Giacomo Teppati Losè, rimasto paralizzato all’età di 24 anni in seguito ad un incidente in moto e scomparso prematuramente l’8 dicembre 2020 a causa di una malattia genetica. 

Giacomo aveva una grande voglia di vivere e si era appassionato alla handbike partecipando a diversi eventi organizzati dalle associazioni del torinese; dopo la sua scomparsa quella bicicletta dotata di tre ruote, in cui la spinta al movimento è esercitata con la forza delle braccia, è stata donata dai famigliari proprio alla APS Hope Running Asd, per consentire ad altre persone con disabilità motoria di usufruirne, andando oltre gli ostacoli che la vita ha posto sul loro cammino.

Al presidente della APS Hope Running Asd, Giovanni Mirabella, ed a tutto il suo instancabile staff è venuta così con naturalezza l’idea di dedicare a Giacomo Teppati Losè questo torneo di calcio balilla integrato, evento che si prefigge l’intento di far trascorrere a normodotati e portatori di handicap una divertente giornata in ottima compagnia, senza differenze di alcun tipo. La pratica sportiva diventa dunque un mezzo per promuovere la cultura dell’inclusione e della “diversità” umana come ricchezza.

Da sottolineare, infine, che questo torneo di calcio balilla integrato, disciplina sportiva riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico, è patrocinato dal Comune di Chivasso, che lo ha inserito nel programma della Stagione del Benessere 2022 promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Castello.

L’intero ricavato sarà devoluto in beneficenza per fini istituzionali dell’associazione promotrice dell’evento