da Diario di Resilienza: Marianna

Eccoci qui al 26^giorno di quarantena per me

Mi è stato chiesto più volte come affronto questi giorni e devo dire che ognuno di essi ha un sentimento nuovo o diverso: dapprima con affanno e terrore per ciò che stava accadendo e per ciò che non eravamo in grado di comprendere o immaginare,  poi pian piano mi sono racchiusa tra le mura domestiche ad osservare con quanta naturalezza e spensieratezza due figli adolescenti possano affrontare momenti di sconforto, noia e solitudine.

Abbiamo tantissimo da imparare dai nostri figli o per lo meno sentimenti quasi svaniti da rispolverare: tra pizze torte e manicaretti abbiamo passato come tutti i primi giorni poi, per fortuna, abbiamo un giardino ed un orto da curare.

Ogni giorno che passa vedo negli occhi che incontro tanta, troppa paura per ciò che sarà: chi ha uno stipendio fisso e’ pressoché non curante di ciò che succede ma chi ha abbassato la serranda e non sa se potrà rialzarla e risollevarsi da tutto ciò, è devastato.

Tutto ciò  mi dà un senso di profonda tristezza. Queste giornate piene di sole devono regalarci pensieri positivi nella speranza che si possa ripartire al più presto, me lo auguro e lo auguro a tutti noi.

Marianna

WhatsApp Image 2020-04-17 at 16.48.01

Commenti

Rispondi